Esplora contenuti correlati

Spazi di Innovazione Sociale – Percorsi di accompagnamento al Lavoro

L’azione si sostanzia in un’attività di erogazione di contributi economici in regime “de minimis”.

Il primo step dell’intervento consiste nella pubblicazione di un avviso pubblico, “Chiamata di Idee”, al fine di acquisire (con il supporto di una piattaforma informatica di comunicazione tra pubblico e privato) ogni indicazione e spunto utile a definire, secondo l’approccio bottom up, i principali fabbisogni dei territori bersaglio.

Le migliori idee/proposte, potranno candidarsi alle successive selezioni indette dal Comune con uno o più avvisi pubblici, che saranno  rivolte sia ad Organismi del terzo settore, sia a singoli cittadini che si strutturino in uno di tali Organismi  e che siano disposti a localizzare l’attività  all’interno delle aree bersaglio individuate.

Detti Enti dovranno svolgere le attività di inclusione attiva oggetto dei contributi (tra cui percorsi di accompagnamento all’autoimpiego) a vantaggio di cittadini che, oltre a versare in particolari situazioni di disagio, siano residenti o domiciliati nelle aree bersaglio o gravitino, comunque, in maniera continuativa su di esse, per motivi familiari, di lavoro etc.

Il contributo economico erogabile a fondo perduto in regime “de minimis” sarà pari all’80% dell’intero valore della proposta progettuale ritenuta ammissibile; ciò comporta che la restante parte del 20% rappresenta la quota di cofinanziamento a carico del soggetto beneficiario del contributo.

Progettazione avviata 9 Maggio 2019

Pubblicata la gara per l’affidamento del Servizio di accompagnamento e supporto allo sviluppo di Progetti di Innovazione Sociale. Obiettivo dei progetti di “innovazione sociale” è quello di soddisfare i bisogni dei cittadini a rischio di marginalità sociale ed economica, producendo effetti di inclusione e coesione sociale, creando un luogo, fisico e virtuale, ove valorizzare le risorse umane presenti nelle aree bersaglio dell’intervento, attraverso la ricostruzione delle relazioni sociali, familiari e comunitarie, perché diventino vero capitale sociale per i territori.

Le aree di intervento individuate sono:

  • Municipalità 2 (Avvocata, Montecalvario, Mercato, Pendino, Porto, S. Giuseppe);
  • Municipalità 3 (Stella, S. Carlo all’Arena);
  • Municipalità 6 (Ponticelli, Barra, S. Giovanni a Teduccio);
  • Municipalità 8 (Piscinola, Marianella, Chiaiano, Scampia).

Con Disposizione Dirigenziale n. 19 del 05/09/2018 e con Disposizione Dirigenziale n. 63 del 29/07/2019 sono state prese d’atto le approvazioni delle graduatorie delle idee progettuali per le Municipalità 2,3,6 e 8.


Per maggiori informazioni sul progetto visita la sezione dedicata


 

Condividi: